+39 040 419 4191 fvg@sicuramente.school

Mag 28, 2020 | NEWS

Cari Insegnanti,

da oltre un decennio entriamo nelle scuole di ogni ordine e grado della regione FVG con il Progetto SicuraMente, con le nostre proposte sulla mobilità sicura e sostenibile.

Sono parecchi gli insegnanti con cui abbiamo instaurato un rapporto pluriennale, legame iniziato con alcuni di voi fin dall’inizio dell’esperienza e che perdura ancora oggi.

Ora ci troviamo tutti in una situazione anomala. Voi in particolare vi trovate a chiudere questo anno scolastico con nuove esperienze di insegnamento a distanza e dopo l’estate vi aspetta una ripresa piena di incognite, da inventare giorno per giorno.

Per quanto ci riguarda, l’emergenza Covid-19 ci costringe a sospendere il Concorso SicuraMente 2020, ma il team interdisciplinare di SicuraMente e gli Enti che lo supportano  non hanno intenzione di lasciarvi da soli proprio in questo frangente difficile e impegnativo.

Nella nuova situazione scolastica, che ancora facciamo difficoltà a rappresentarci, tra le altre cose sarà necessario affrontare assieme ai ragazzi situazioni davvero nuove.

Vivremo tutta una serie di regole comportamentali sulla mobilità dentro e fuori la scuola che avranno caratteristiche ed impatti emotivi e razionali diversi a seconda dell’età e che saranno ben diverse da quelle fino a ieri abituali. 

Prima di affrontare qualsiasi contenuto si dovrà mettere in atto dal punto di vista didattico e formativo un distanziamento fisico che non dovrà implicare assolutamente un distanziamento sociale. Per voi un compito sicuramente nuovo e impegnativo.

Per l’anno scolastico 2020-2021 SicuraMente non si presenterà agli insegnanti come ‘il Concorso’, cioè come un’attività accessoria, un di più nel programma già gravoso che vi attende, ma come un’occasione offerta a ciascun insegnante per sentirsi sostenuto, spalleggiato, supportato nel suo nuovo e impegnativo riprendere e riallacciare i contatti coi suoi ragazzi, nel suo fare scuola … con e dopo il Covid -19.

SicuraMente 2021 non intende proporsi come un corso di auto-aggiornamento a distanza per gli insegnanti (nei prossimi mesi ne prolifereranno tanti !!).

È nostra intenzione infatti fornire agli insegnanti – partendo da quelli con cui abbiamo un rapporto di conoscenza pregressa e di lavoro condiviso – un’occasione, uno spazio condiviso, con incontri a distanza, per confrontarci concretamente sui problemi, le perplessità, le difficoltà in cui vi imbatterete, realizzando incontri a distanza, dilazionati nel tempo, gestiti da esperti (psicologi, pedagogisti, esperti di didattica, ma anche a richiesta con medici, urbanisti, ecc.), incontri incentrati di volta in volta:

 

  • su temi specifici legati alla situazione particolare (anche su richiesta specifica degli insegnanti)
  • sulla predisposizione di progetti di intervento, sul confronto e sulle modifiche in itinere, sulla discussione dei risultati conseguiti
  • sul confronto informale di esperienze e di ‘sfogo’

 

Tenendo presente il fatto che – come da più parti segnalato – i più trascurati in questa pandemia sono stati proprio i giovani, focalizziamo la nostra attenzione su una azione concreta – come quella che vi accingerete a fare – che possiamo esplicitare con la frase:

“con nuove regole re-inventiamo assieme la nostra vita, i nostri spazi, a misura di bambino, ragazzo, giovane”.

Non potendo anticipare ancora le modalità con cui si farà scuola il prossimo anno, il team SicuraMente sarà sempre disponibile a supportare le diverse esperienze che potranno prevedere anche rapporti e scambi a distanza tra bambini e ragazzi della stessa classe o di altre classi in situazioni di peer education o tutoring.

La documentazione del percorso di riadattamento coi bambini/ragazzi alle nuove regole di vita quotidiana col Covid-19 – alla riconquista dello spazio individuale e collettivo, nel rispetto del necessario distanziamento fisico , ma con la valorizzazione del distanziamento sociale – diventerà materiale di scambio e di arricchimento del gruppo di lavoro degli insegnanti.

Alla fine verrà documentato, valorizzato, riconosciuto (anche economicamente) il lavoro fatto da ciascun insegnante e dal gruppo dei suoi alunni.

Chi è interessato alla proposta – che stiamo implementando – può contattarci dandoci una adesione di massima, suggerendo contenuti, problemi, prospettive, proponendo modalità attuative.

Ogni suggerimento è ben accetto in questa situazione in cui tutti navighiamo a vista.

"

prof.ssa Laura Tamburini

referente regionale del Progetto  SicuraMente

translate »