Page 36 - Imparare a vivere la strada
P. 36

Per l’azione di documentazione dell’attività, che prevedeva la riflessione sull’agito e che si prefiggeva di accrescere la capacità progettuale degli insegnanti, si è fatto riferimento al modella della conoscenza pedagogica del contenuto di Shulman.• Per l’azione didattico-operativa con gli studenti si fa riferimento in primo luogo alla dimensione dell’apprendimento in contesto sociale di Vygotskij.In relazione alle caratteristiche specifiche delle singole proposte didattiche (età dei bambini e ragazzi, argomento contenutistico scelto, modalità di presentazione, ecc.) si intende far riferimento esplicito alle linee espositive di:– K. Topping per il modello di tutoring (insegnamento reciproco tra ragazzi);– D.W. Johnson , R.T. Johnson, E.J. Holubec per il modello di apprendimento coope-rativo;– Y. Sharan e S. Sharan per il modello di ricerca in gruppi cooperativi;– C. Pontecorvo e coll. per la discussione;– L. Czerwinsky Domenis per la co-costruzione della conoscenza.nuclei tematiciL’esigenza di effettuare un confronto organico delle situazionidi apprendimento predisposte nelle diverse realtà scolastiche,differenti per contenuti e strategie metodologiche, ci indusse auna rilettura attenta e una riorganizzazione delle esperienze realizzate. La ricerca di un quadro d’insieme organico ci permise di individuare tre nuclei tematici attorno ai quali si potevano ascrivere le diverse attività.I tre nuclei, evidenziati non in relazione ai contenuti ma alle finalità che le insegnanti si proponevano di ottenere, si possono così definire:giocare con regole e segnali stradaliche raccolgono le esperienze di gioco finalizzate prevalentemente a far ac- quisire al bambino e a fargli memorizzare la conoscenza dei segnali stradali e delle regole comportamentali correlateimparare a fruire della strada assieme agli altriche comprendono esperienze diversificate di rilettura delle conoscenze sulla mobilità in strada, finalizzate a far cogliere la diversa prospettiva e modalità d’uso della strada da parte di utenti con ruoli diversi, nonché la complementarietà delle regole e dei comportamenti richiesti34educazione stradale e...nuclei tematici aggreganti


































































































   34   35   36   37   38