Page 33 - Imparare a vivere la strada
P. 33

alcuni approfondimentimometro su piani di superficie diversa lungo la direzione di rotolamento; trasversalmen- te con la ruota perpendicolare al piano d’appoggio; quando la si inclina rispetto a esso, facendola strisciare. Si riconoscono facilmente le diverse entità delle forze d’attrito per rotolamento e quelle per strisciamento, si mette in evidenza la differenza tra forza d’attrito statico e quella d’attrito dinamico.Il caricamento della ruota o della macchinina mette in luce il ruolo della forza di reazione nel determinare la forza d’attrito radente.L’esplorazione consente di individuare praticamente tutti i parametri rilevanti nel determinare la forza d’attrito radente, restando a un livello qualitativo, ma lasciando aperta la possibilità di formalizzare l’analisi con l’introduzione del coefficiente d’attrito e la legge fenomenologica che descrive tale tipo di attrito.innovazione metodologica: peer education e tutoringGli insegnanti che aderirono per primi al team di ricer-ca accettarono con entusiasmo e curiosità pedagogical’impostazione interdisciplinare dell’educazione stra-dale. Ma nel contempo erano convinti che le propostediversificate non avrebbero dovuto ingenerare neiloro bambini un apprendimento cumulativo ma sle-gato di nozioni diverse (regole stradali, regole di con-vivenza, leggi fisiche che regolano gli eventi). Avreb-bero dovuto invece sfociare in un apprendimento costruttivo significativo, dove le conoscenze pregresse vengono opportunamente recuperate, scoprendo e definendo i collegamenti con quelle nuove, costruendo o ristrutturando una rete di conoscenze.Ma soprattutto erano convinti che l’educazione a una corretta mobilità sulla stra- da non poteva limitarsi alla trasmissione di regole e comportamenti (sapere) né solo all’acquisizione di automatismi comportamentali e di modi di agire corretti (saper fare). Queste esperienze, anche se ben organizzate, anche se interessanti e stimo- lanti non erano sufficienti per la conquista della consapevolezza comportamentale, della dimensione del saper essere un buon fruitore della strada, capace di attivareMateriali consultabili sul DVDPosso consultare• PROGETTO - MOTO - URTI - ATTRITO – Presentazioni utilizzate durante gli incontri informativi e formativi rivolti agli insegnanti31


































































































   31   32   33   34   35