Page 29 - Imparare a vivere la strada
P. 29

alcuni approfondimentiEcco alcune esperienze realizzate: con i piccoli si è riflettuto sul criterio della conta nel gioco del nascondino, con i bambini sulla necessità di definire modalità e tempi d’uso di un’area giochi, con i ragazzi più grandi si è realizzata una particolare caccia al tesoro che consisteva nell’andare alla ricerca di progetti affini (Sarò un bravocittadino) o complementari (Educazione alimentare) che rafforzano o che ampliano il concetto di regola e la sua applicazione nel sociale.Materiali consultabili sul DVDPosso consultare• IL PROGETTO DELL’USR FVG - CITTADINANZA – Presentazioni utilizzate durante gli incontri informativi e formativi rivolti agli insegnanticonsapevolezza del ruolo delle regole della strada attraverso la comprensione delle basi scientifiche che le determinano (4)Il ruolo della fisica all’interno del Progetto SicuraMENTE INSIEME è quello di proporre l’a- nalisi – dal punto di vista fisico – di temi alla base dell’educazione stradale, in un contesto multidisciplinare che coinvolge formazione degli insegnanti e attività progettuali dei ragazzi.L’obiettivo globale a cui si guarda è quello di produrre negli studenti acquisizione di consapevolezza del ruolo delle regole attraverso la comprensione delle basi scientifiche che le determinano, così da farli diventare cittadini consapevoli,ovvero imparare a comportarsi, a capire, a trasferire conoscenze,a dare senso alle regole.Le proposte elaborate dai ricercatori dell’Unità di Ricerca in Didat- tica della Fisica dell’Università di Udine e offerte agli insegnanti per avviare il cambiamento hanno riguardato tre nuclei: il moto; gli urti; gli attriti e l’aderenza. Tali contenuti sono stati inquadrati en-educazione stradale e...fenomeni fisici correlatiUNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE(4) I laboratori di fisica sono stati realizzati nelle sedi di Trieste e Udine dai proff. Marisa Michelini e Alberto Stefanel dell’ Unità di ricerca in Didattica della Fisica dell’Università di Udine, Alessandra Mossenta e Laura Tamburini dell’Ufficio Sco-lastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia. Un ringraziamento particolare va alla prof. Marisa Michelini e ai suoi collaboratori per le proposte innovative e per la preziosa collaborazione fornita al team già dalle primissime fasi di avvio dell’esperienza.27


































































































   27   28   29   30   31